“L’implementazione di telecamere di sicurezza domestiche connesse che consentono di interrogare i filmati a livello centrale non sono semplicemente compatibili con una società libera”. Ingegnere Amazon Max Eliaser

La più grande minaccia alla democrazia in qualsiasi nazione libera è quella dell’onnipresente sorveglianza del governo. Molti paesi oggi stanno lottando per trovare il giusto equilibrio tra l’utile riconoscimento facciale e le tecnologie delle telecamere connesse e quelle che minacciano la nostra privacy.

Siamo qui per semplificare: il riconoscimento facciale rivolto al pubblico o i sistemi di telecamere di sicurezza domestica collegati che offrono accesso alle forze dell’ordine sono pericolosi e dovrebbero essere vietati in modo definitivo.

Inizieremo con i dispositivi Ring di Amazon.

Il problema con Ring

Ecco come Amazon convince milioni di persone a dover pagare $ 200 per il privilegio di lasciare che hacker, Google, Facebook, appaltatori in altri paesi e il governo degli Stati Uniti li spiano. Il sito web ufficiale dell’Anello ha una pagina intitolata “Criminals Caught In The Act”. Come pubblicizzato, la pagina mostra diversi esempi del loro dispositivo a campanello collegato alla fotocamera che ostacola le attività criminali.

Ciò che Amazon (la società che ha pagato due miliardi di dollari per Ring) vuole farti credere è che devi semplicemente installare un campanello intelligente dove si trova il tuo campanello esistente. Questo campanello intelligente ha una fotocamera che registra sempre. Amazon si occupa di ospitare le riprese in modo da non dover conservare grandi quantità di dati ad alta definizione.

Questi dispositivi sono posizionati come telecamere di sicurezza. Negli ultimi anni si è assistito a un forte aumento delle occorrenze di furti di pacchi. Ring afferma che le sue telecamere possono aiutare le forze dell’ordine a rintracciare e catturare questi ladri.

Amazon posiziona anche le telecamere Ring come una sorta di orologio di vicinato digitale. Gli utenti sono incoraggiati a scaricare l’app di vicinato della società e partecipare a un forum della community aperto anche ai residenti che non possiedono un dispositivo Ring.

Gli viene anche chiesto di consentire alla polizia di richiedere riprese dalle loro telecamere nel caso in cui venga commesso un crimine nel vicinato e che le riprese possano aiutare la polizia ad arrestare il criminale.

Se stai leggendo questo e stai iniziando a pensare che forse tu e tutti i vostri vicini dovreste uscire e comprare una videocamera Ring, allora Amazon sta facendo perfettamente il suo lavoro. Sfortunatamente per chiunque stia pensando di acquistare una videocamera Ring, il suo compito è quello di venderti dispositivi Ring in modo che possa mantenere le promesse fatte ai dipartimenti di polizia in tutto il paese.

 

Ecco alcuni fatti chiave che i consumatori negli Stati Uniti dovrebbero conoscere prima di installare una videocamera ad anello

Sono essenzialmente inutili a meno che tu non scelga di archiviare le riprese centralmente. Ciò significa che i tuoi dati rimarranno sui server di Amazon fino a quando Amazon sceglierà di tenerli lì. Quasi certamente vi accederà almeno uno sconosciuto. Questo sconosciuto potrebbe non funzionare per Ring, Amazon o addirittura essere nello stesso paese in cui ti trovi.

Non è possibile impedire alla polizia di accedere ai dati della videocamera Ring, anche se si annulla. Amazon e Ring non rivelano la piena natura della loro collaborazione con i dipartimenti di polizia e Amazon non ha alcun controllo di accesso su come la polizia utilizza il filmato. Sono fondamentalmente sul sistema d’onore.

Ciò significa che la polizia è tenuta a sorvegliare se stessi: non esistono leggi o precauzioni di sicurezza fisica per impedire loro di abusare del loro specifico accesso.

Le telecamere ad anello sono già state hackerate più volte e più a lungo sono in libertà, più opportunità avranno gli attori cattivi di trovare nuove vulnerabilità. Al momento non esiste alcuna tecnologia con la quale Amazon possa garantire che la tua fotocamera non verrà hackerata.

Non ci sono leggi statunitensi che impediscono ad Amazon di condividere qualsiasi filmato che ottiene con qualcun altro. Ed è importante ricordare che anche se non possiedi una videocamera ad anello, quelli nei tuoi quartieri registrano ancora filmati di te senza il tuo consenso.

Ring condivide informazioni con terze parti come Google, Facebook, le forze dell’ordine negli Stati Uniti e gli appaltatori in Ucraina: questa non è una paura, è un dato di fatto. Ciò significa che in questo momento, se sei mai stato catturato da una videocamera Ring, le riprese di te sono su un server Amazon e non hai modo di controllare chi ha accesso ad essa.

Qual è il pericolo?

A chi importa se poliziotti e qualche programmatore casuale in Ucraina possono vedere filmati di noi che falciano i nostri prati e trasportano generi alimentari? L’argomento qui di solito va in questo modo: “Qualsiasi persona ragionevole nella società moderna sa già di essere filmata continuamente. Se la polizia può usare il filmato Ring per catturare assassini e rapitori di bambini, sono disposto a rischiare di essere visto grattarmi il sedere mentre raccolgo il mio giornale “.

La privacy significa che se le regole cambieranno mai e qualcuno cerca di rendere illegale il tuo stile di vita, non ti pentirai di aver indossato il cappello sbagliato quando sei andato a controllare la posta o di salutare il tuo coniuge addio nel tuo vialetto davanti a una telecamera della polizia può accedere.

Significa che gli hacker non possono andare da casa a casa alla ricerca di telecamere che mostrino una vista dei tuoi bambini che giocano fuori per trovare il miglior angolo di rapimento.

La privacy significa che la polizia non può aggirare il processo del mandato di ricerca semplicemente guardando attraverso tutti i filmati disponibili della telecamera ad anello in un determinato quartiere per “sospetti neri” o “uomini alti” che sembrano sospetti in modo da poter iniziare a radunare le persone e portarle dentro per interrogatorio.

Ma non abbiamo privacy se i nostri vicini utilizzano telecamere ad anello.

E questo ci porta alla tecnologia di riconoscimento facciale.

 

Il problema con il riconoscimento facciale

Amazon afferma che Ring attualmente non utilizza la tecnologia di riconoscimento facciale, ma i rapporti indicano che intende farlo. La società sta già lavorando a un sistema attraverso il quale potrebbero essere generati “elenchi di controllo” che utilizzano il riconoscimento facciale per identificare le persone. L’idea qui è che una “persona cattiva” conosciuta possa essere taggata dagli utenti in modo che se si presentino di nuovo in un quartiere dopo, ad esempio, rubando pacchetti, la polizia potrebbe essere avvisata o un allarme della comunità potrebbe essere lanciato.

Ancora una volta, questo suona inizialmente innocuo: è come avere un’intelligenza artificiale che fa attenzione alle persone che già sappiamo essere cattive. Ma Ring non è un cane da guardia lì per proteggere i nostri pacchi. È un condotto di sorveglianza che ha solo qualche utilità per chi lo ospita.

Il fatto è che la tecnologia di riconoscimento facciale è difettosa. Quando un’azienda come Amazon, Palantir o Clearview AI afferma che i loro algoritmi sono accurati, vengono fuorvianti. Le forze dell’ordine non possono utilizzare il software di riconoscimento facciale con le impostazioni consigliate (quelle su cui le aziende che sviluppano questi sistemi basano le loro dichiarazioni di accuratezza) perché non funzionano. Al fine di implementare la tecnologia di riconoscimento facciale, le forze dell’ordine hanno fissato la soglia di accuratezza abbastanza bassa da funzionare semplicemente come un dragnet.

Questi sistemi non sono progettati per identificare i criminali in tempo reale, ma sono progettati per creare una biblioteca di sorveglianza che può essere esaminata in un secondo momento. Questa è la definizione stessa di uno stato di sorveglianza.

Il secondo emendamento non può proteggerci dal riconoscimento del ring e del viso

Immagina se ogni arma da fuoco negli Stati Uniti potesse essere armata dal governo degli Stati Uniti contro i suoi proprietari e i loro vicini. Invece di proteggerci dalla tirannia, lo abiliteremmo. Ora immagina di dare al governo la possibilità di digitare un nome in un database e di capire quale pistola di proprietà civile fosse la più vicina a una determinata persona in tempo reale: ecco com’è dare loro il riconoscimento facciale. Installiamo questi sistemi e permettiamo ai poliziotti di accedervi perché pensiamo di proteggere le nostre famiglie, in realtà ci stiamo assicurando che il nostro diritto di formare una milizia e di portare armi non abbia senso.

Nel 2020, è facilmente discutibile che il nostro diritto alla privacy negli Stati Uniti è più importante per la nostra libertà rispetto a quelli concessi in base al Secondo Emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti.

Eppure la polizia negli Stati Uniti continua ad adottare una tecnologia di riconoscimento facciale difettosa semplicemente perché porta ad arresti. Così fanno checkpoint militari permanenti, fermano e si affrettano, profiling razziale e religione di stato ordinata, e nessuna di queste è compatibile neanche con una società libera.

La linea di fondo è che queste tecnologie sono pericolose per la democrazia. L’amministrazione, le forze dell’ordine statali e locali di Donald Trump e le aziende come Amazon sono in grado di cavarsela con l’implementazione ora perché non c’è nessuno in giro per fermarli.

In poche parole: le aziende che traggono profitto da queste tecnologie non ci proteggeranno dal governo. E non importa se sei repubblicano, democratico, socialista, libertario o nessuno dei precedenti. Perché le uniche persone nella nostra democrazia che non hanno davvero nulla da nascondere sono quelle che si fideranno implicitamente del governo degli Stati Uniti, indipendentemente da chi vincerà le prossime elezioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui